INTERNELCUORE TV

Torino-INTER 2-2

martedì 31 agosto 2010

A RUOTA LIBERA…Zero acquisti ,zero tituli ?...Il grande boh !



Triste finale di Agosto per i tifosi interisti : dopo la sconfitta contro l’Atletico di Madrid e il passo falso di ieri contro il Bologna ,la tristezza é continuata oggi con la chiusura della campagna acquisti : chi si aspettava il botto finale é rimasto duluso e forse ancora piú deluso del solito visto che l’estate non ha regalato nessun “colpo” ai tifosi ,nessun giocatore é stato comprato !


Se l’anno scorso avevamo elogiato Branca e compagnia per la ottima campagna aquisti ,quest’anno é giusto criticare:il troppo tempo perso dietro a Mascherano e Kuyt hanno fatto perdere la bussola ai dirigenti neroazzurri che fino all’ultimo hanno tentato di rimediare qualcosa senza successo per chiudere poi ogni discorso dicendo “Siamo a posto cosí ! “.

Che l'Inter resta sempre una grande squadra non ci sono dubbi e per questo rinforzarla era molto difficile e vista la esperienza degli anni passati, prendere qualcuno tanto per comprare non serviva a niente, anzi di solito finisce per risultare dannoso.

Ma da li a dire che siamo a posto ce ne passa !

Abbiamo venduto Balotelli e non lo abbiamo rimpiazzato : Milito ,Eto’o e Pandev troppo pochi per difendere il titolo di Campioni d’Europa e d’ Italia considerando sempre la eventualitá che l’infortunio é sempre dietro l’angolo.

Se Maicon é infortunato non abbiamo il sostituto,e Chivu che doveva essere una buona riserva si ritrova ad essere il titolare !

Ma il reparto che sta peggio é di gran lunga il centrocampo dove per ironia della sorte abbiamo molti giocatori in rosa destinati a quella zona di campo. Il problema che tranne Motta( sempre con problemi fisici ! ) tutti gli altri hanno caratteristiche piú difensive che offensive.Tutti sanno distruggere il gioco avversario,nessuno sa costruire.E questo si é visto chiaramente ieri a Bologna.Quando non c’era Sneijder a fare il REGISTA a centrocampo ,l’unica maniera per far arrivare i palloni alle punte erano i passaggi lunghi dei difensori( quasi alla viva il parroco !!!! ) e si é visto poi il risultato.

Ecco ci manca il REGISTA ,quel giocatore che prende per mano la squadra ,che detta i tempi di gioco e che permette all’olandese volante di stazionare piú in zona gol senza doverci arrivare ogni volta sfinito perché partito da meta campo !

È chiaro che non vendono gente come Iniesta o Fabregas per fare degli esempi,difficile trovare campioni effimeri per questo ruolo:i pochi che ci sono in giro,chi li ha se li tiene.

Ma da li a non avere nessuno in rosa.....
Io per esempio un Palombo lo avrei comprato ,non é un fenomeno ma sicuramente avrebbe aiutato la causa neroazzurra !
E a tutto questo ci aggiungiamo un compassato Benitez é l’esatto contrario di Mourinho ! A lui va sempre tutto bene ...per lui é solo questione di tempo.


Spero vivamente che sia solo questione di tempo anche se nutro molti dubbi visto gli accorgimenti tattici da lui adoperati in questo inizio di stagione...da rabbbbbbbrividire !


La mia nonna diceva sempre : “ Senza uova non si possono fare frittate !”...Io spero che senza una campagna acquisti non facciamo ...ZERU TITULI !

Solo il tempo lo dirá...per il momento é solo un grande boh !

lunedì 30 agosto 2010

Campionato 2010/11 : 1ª Giornata...Bologna - INTER 0-0

0 - 0
Bologna: 1 Viviano; 16 Esposito, 13 Portanova, 6 Britos, 19 Rubin; 32 Casarini, 26 Mudingayi 12 Ekdal, 8 Garics; 20 Gimenez, 9 Di Vaio.
A disposizione: 22 Lupatelli, 7 F. Della Rocca, 18 Moras, 21 Cherubin, 35 Paponi, 69 Meggiorini, 77 Siligardi
Allenatore: Paolo Magnani
Inter: 1 Julio Cesar; 4 Zanetti, 6 Lucio, 25 Samuel, 26 Chivu; 17 Mariga, 19 Cambiasso; 27 Pandev, 10 Sneijder, 9 Eto'o; 22 Milito.
A disposizione:
12 Castellazzi, 2 Cordoba, 5 Stankovic, 23 Materazzi,
39 Santon, 29 Coutinho, 88 Biabiany.
Allenatore: Rafael Benitez

Solo uno 0-0 per i nerazzurri, lenti ed imprecisi, nel loro debutto in campionato a Bologna, tre giorni dopo aver perso la Supercoppa Europea.
L'Inter cerca di smaltire la delusione di Montecarlo contro l'Atletico Madrid ma conferma nei primi minuti della partita del Dall'Ara di non essere al top della forma. I padroni di casa, partono meglio, complice la difesa dell'Inter che concede a Gimenez un pallonetto a porta vuota che il talento rossoblù manda clamorosamente alto. Gli ospiti si rendono pericolosi solo con una bella punizione di Sneijder e pochi secondi prima dell'intervallo rischiano anche di perdere i pezzi: Samuel ha la peggio in un contrasto aereo e lascia il campo sanguinante.
Il difensore argentino con un vistoso turbante decide però di stringere i denti e nella ripresa riprende il suo posto al centro del reparto arretrato. Benitez non vuole accontentarsi di un pareggio esterno al debutto in serie A e si affida al giovane Coutinho: il brasiliano serve soprattutto a dare la scossa ai compagni che, con colpevole ritardo, si svegliano e iniziano ad attaccare, sfiorando il gol in tre occasioni. Viviano però è bravissimo nel neutralizzare una punizione di Sneijder, anticipare Milito su cross di Eto'o e deviare sulla traversa un pallone sbucciato da Portanova. I minuti finali non sono da assalto all'arma bianca degli ospiti che, con un Milito stanchissimo in meno (sostituito al termine di un'altra prestazione incolore), si devono accontentare di un solo punticino.

domenica 29 agosto 2010

A RUOTA LIBERA...Niente paura,siamo l'Inter !


Ibra al Bilan…? …Niente paura siamo l’Inter.

Ormai la campagna acquisti sta per terminare.Il 31 agosto si sta avvicinando velocemente e freneticamente ;le squadre cercano di colmare le lacune delle proprie rose e c´é chi un giorno prima dell’esordio in campionato si permette anche di esonerare l’allenatore !
La ruBe sta cercando un attaccante,il bilan si é preso iBra...la riomma non ha soldi ma....chissá...il napoli.....

E l’INTER ? ...e L’INTER cosa fá ?
...Non c´é nessuno che lo sa ...si dice ma non troppo.....

Io sono sicuro che il nostro buon Moratti prima della fine del mese un colpetto ce lo regalerá soprattutto adesso che il berlusca...ha preso lo svedese.
Sono stato contento che sia Kuyt che Mascherano non siano approdati all’Inter,anche perché giocatori con simili caratteristiche non ci servivano,specialmente Mascherano.

Nonostante ció anche quest’anno per il momento ci manca e ci mancherá un regista com la R maiuscola...quel giocatore capace di prendere in mano la squadra e farla girare.( L’ultimo che ho visto con la R grande si chiamava Lothar !!! )
Motta é qualcosa di simile anche se non ha precisamente queste caratteristiche e mettere Sneijder in questo ruolo malgrado abbia capacitá e visione di gioco eccellenti,lo si perderebbe in quella parte del campo dove piú fa male e fa impazzire gli avversari.

Pronostico campionato ? ...Anche quest’anno tutto dipenderá da noi...e non credo malgrado i mille proclami estivi d’abitudine delle rivali ci sia in Italia una rosa piú forte della nostra.Unico dubbio : Benitez ! ..ma anche in questo caso spero che la voglia e l’esperienza del nostro gruppo sappia colamare le fragilitá dello spagnolo.

sabato 28 agosto 2010

SUPERCOPPA EUROPEA : INTER - Ateletico Madrid...LE PAGELLE


1 JULIO CESAR 6 – Spettatore per tutto il primo tempo.Nel secondo effettua una ottima parata sul tiro di Reyes, reso difficile dal velo di Forlan. Meno brillante sul primo goldegli spagnoli :il tiro dello stesso Reyes entra dopo un goffo tentativo di bloccare con una mano. Sul secondo gol nulla può.
13 MAICON 5 – Dopo la splendida partita con la Roma serata negativa a Montecarlo. Colpevole per me sui 2 gol , prima quando resta a guardare Aguero e Reyes che si scambiano tranquillamente la palla, e nel secondo, quando resta a terra.Lo spostamento di Lucio per tentare di coprirlo spiazza tutta la difesa che lascia Aguero liberissimo di segnare.
25 SAMUEL 6 – Buoni interventi alternati a qualche ingenuità dovute probabilmente alla condizione fisica non ottimale ,sulla sua testa, nel primo tempo, la palla più ghiotta dell’Inter.
6 LUCIO 6.5 – Il migliore della squadra. Sempre attento in difesa, rende inoffensivo Forlan e prova anche ad accendere la luce ( purtroppo senza successo )spingendosi spesso in avanti.
26 CHIVU 4.5 – Non é un terzino sinistro e con il passare degli anni soprattutto quando gli manca anche la condizione fisica é un disastro.Reyes, Ujfalusi e Aguero gli fanno vedere i sorci verdi per tutta la partita. Graziato dall’arbitro, per evidente fallo su Aguero in area, perde troppe palle durante tutta la partita.
4 ZANETTI 6 – Partita meno brillante del solito. Cerca sempre di aiutare la squadra, prima iutando Chivu poi andando a dare una mano alla difesa..
19 CAMBIASSO 5,5 – Anche per serata grigia come per tutta la squadra. Poche idee, e molta difficoltá ad impostare la manovra.
5 STANKOVIC 5 –Aveva detto in settimana che era da stupidi perdere questa partia e lui é stato uno dei piú stupidi in campo quest’oggi.Un po per colpa di Benitez che lo ha fatto giocare in una posizione non consona alle sue caratteristiche un po colpa della forma fisica ancora lontana anni luce da quella migliore.
27 PANDEV 6 – Fa quello che puó andando a cercare palla a centrocampo,viasto che i compagni non lo servono mai:Riesce a procurarsi il rigore.
10 SNEIJDER 5 – L’inizio promettente ma poi piano piano Assunçao gli prende le misure e per lui non c’è più spazio.
29 COUTINHO 6 –Poco piú di 10 minuti senza gloria. Il rigore nasce grazie a una sua gran bella apertura.
9 ETO’O 6- – Ha una gran voglia di fare e si vede, però la sua forma fisica non gli permette di fare quello che la testa gli suggerisce e per questo si trova sempre a cercare di superare tre o quattro avversari alla volta che gli chiudono tutti gli spazi.Giocare come ala riduce e di molto la sua pericolositá in zona gol!.
22 MILITO 5 – Mai nel vivo dell’azione,la difesa madrilena non gli ha concesso un centimetro e poi la sua scarsa forma fisica ( il piú indietro di tutta la squadra !!! )ha fatto il resto. Il rigore sbagliato lo dimostra.
BENITEZ 5 – É arrivata una sconfitta e non dobbiamo farne un dramma ma una considerazione la vogliofare :Se ha fatto giocare Stankovic(oltretutto in un ruolo non suo e allora perché non Bianiany ???? ) dall inizio evidentemente si era accorto che la forma fisica di molti atlteti era precaria e giá con la Roma si era notato.Allora perché non mettere in campo giocatori freschi e giovani che negli Stati Uniti hanno fatto tanto bene ,lasciando fuori i piú logori e farli riposare per Bologna ?

venerdì 27 agosto 2010

SUPERCOPPA EUROPEA : INTER - Ateletico Madrid 0-2

0 - 2
62' Reyes
83' Aguero


Inter: 1 Julio Cesar; 13 Maicon, 6 Lucio, 25 Samuel, 26 Chivu; 4 Zanetti, 19 Cambiasso; 5 Stankovic, 10 Sneijder, 9 Eto'o; 22 Milito.

A disposizione: 12 Castellazzi, 2 Cordoba, 17 Mariga, 23 Materazzi, 27 Pandev, 29 Coutinho, 88 Biabiany.

Allenatore: Rafael Benitez


Atletico Madrid: 13 De Gea; 21 Perea, 25 Godin, 18 Dominguez, 17 Ujfalusi; 8 Raul Garcia, 12 Assuncao; 20 Simao, 7 Forlan, 19 Reyes; 10 Aguero,

A disposizione: 38 Robles, 3 A.Lopez , 4 Suarez, 6 Camacho, 9 Jurado, 11 Merida, 22 Diego Costa.

Allenatore: Quique Sanchez Flores


L'Inter scende in campo leggermente modificata rispetto alla gara con la Roma: Benitez opta per Stankovic e lascia in panchina Pandev. L'avvio sembra promettente, i meneghini mantengono sotto pressione nei primi minuti i colchoneros provando a portarsi subito in vantaggio con una girata di Sneijder. Ma è un fuoco di paglia, l'Atletico si riorganizza dietro e i campioni d'Europa non trovano più gli spazi per affondare.I madrileni pagano il loro atteggiamento difensivo in attacco, dove i seppur dinamici Forlan e Aguero creano ben poco. L'unica vera occasione in un primo tempo senza guizzi e dominato dalle difese capita a Samuel, che al 30', liberissimo in area, manda alto di testa.


L'Atletico parte decisamente più forte ad inizio ripresa: il tiro di Reyes, che al 60' costringe Julio Cesar alla gran parata, è il preludio al gol dei madrileni, che arriva al 62' grazie allo stesso ex giocatore di Siviglia e Arsenal, bravo ad avviare e concludere un'azione confusa nell'area di rigore nerazzurra, mentre i difensori meneghini restano a guardare.La Beneamata è in chiaro affanno: in attacco Milito ed Eto'o sono impotenti, dietro la difesa sbanda a causa delle fulminee ripartenze dei madrileni. Benitez prova a cambiare inserendo Pandev e Coutinho per Stankovic e Sneijder, ma all'83' arriva il colpo del ko, firmato Aguero. Nel finale Milito dal dischetto sbaglia il possibile 2-1 (bravo De Gea), rendendo ancora più amara la serata dei campioni d'Europa.

giovedì 26 agosto 2010

CHAMPION LEAGUE 2010/11 : Dal vostro Inviato Speciale, IbraBithc: Effettuati i Sorteggi !


C'era grande attesa a Montecarlo per il sorteggio della fase a gironi della Champions League e alle italiane (specialmente alle due milanesi) non è andata benissimo.I campioni d'Europa in carica dell'Inter, testa di serie numero 1, sono stati inseriti in un girone di medio livello con il Werder Brema, reduce dall'eliminazione della Sampdoria nell'ultimo turno preliminare, il Tottenham di Crouch e Defoe, fresco di 4-0 ai danni degli svizzero dello Young Boys dopo la sorprendente sconfitta di Berna, e il Twente, l'ex squadra di Arnautovic che delle tre è sicuramente quella che fa comunque meno paura.
In occasione del sorteggio della fase a gironi della Champions League, l'Uefa ha assegnato i premi individuali in riferimento alla scorsa stagione.A portare a casa "l'Oscar" più ambito è stato Diego Milito che dopo aver battuto la concorrenza di Messi e Rooney tra gli attaccanti ha trionfato anche come miglior giocatore in assoluto della scorsa annata europea.L'attaccante argentino ha battuto la concorrenza di un altro interista come Wesley Sneijder, che comunque si è consolato con il riconoscimento tra i centrocampisti, chiudendo davanti al connazionale Robben e Xavi.L'Inter ha poi completato il suo en plein con Julio Cesar e Maicon: il portiere ex Chievo non ha avuto problemi a prevalere nel suo ruolo davanti a Lloris e Valdes mentre l'esterno a lungo corteggiato dal Real Madrid ha beffato il compagno di reparto Lucio, oltre a Piquè.

martedì 24 agosto 2010

PALLONATA in FACCIA ...Coda di paglia signori ruBentini ?


E...forse coda di paglia ???


"Io sono fiero di aver dato all'Italia una squadra che vince e poi meglio essere multietnici che comprare le partite...".
( Massimo Moratti )


Il presidente Fiat risponde al veleno al presidente nerazzurro:
"Noi senza Coppe? Una l'abbiamo vinta." ( Trofeo Berlusconi ndr. )
Secondo me loro non hanno mai saputo perdere
e non hanno ancora imparato a vincere.
(John Elkann)

NOI NON ABBIAMO MAI SAPUTO PERDERE?
OVVIO,PERCHE' NOI NON ABBIAMO MAI PERSO
NOI SIAMO SOLO STATI
DERUBATI !!!

lunedì 23 agosto 2010

INTERNEWS : Notizie Splash ( Notizie della Settimana )


ULTIMA EDIZIONE NOTIZIE SPLASH....
...ARRIVEDERCI A CAPODANNO!


Zanetti vuole l'altra Supercoppa
"Spero di vincerla contro l'Atletico, per me sarà una partita speciale, è la prima volta che gioco questa sfida e voglio disputarla al meglio".
Ora Benitez sfida Mou
"Qui ha vinto Mancini, quindi Josè, e adesso ci sono io, che spero di vincere più di loro. Già in questa stagione possiamo vincere sei trofei".
Kuyt: "Inter, chance di lusso"
"Giovedì durante il match di Europa League contro il Trabzonspor, la dirigenza del Liverpool mi ha informato di aver ricevuto un fax da Milano...".
Inter, meritato riposo
Due giorni senza allenamenti per i nerazzurri dopo la vittoria in Supercoppa, venerdì a Monaco la sfida contro l'Atletico Madrid.
Sneijder: "Non penso al Pallone d'Oro"
"Per ora sono concentrato sull'Inter e sulla Supercoppa Europea, sono comunque soddisfatto di aver portato a casa un altro trofeo".
Zanetti: "Non siamo sazi"
"Vincere è sempre una soddisfazione, c'era un punto di domanda su come avremo reagito al cambio di tecnico, abbiamo ancora fame".
Eto'o: "E siamo a quattro..."
"Sono molto contento per questo trofeo ma abbiamo ancora tanta voglia di vincere e vogliamo arrivare a sei titoli prima di dicembre".
Benitez pensa già a Montecarlo
"La reazione della squadra è stata la cosa migliore della partita vinta con la Roma, spero con l'Atletico Madrid di stare meglio come condizione".
L'Inter riparte da un altro titolo
I nerazzurri reduci dal triplete si portano a casa anche la Supercoppa Italiana, battendo 3-1 in rimonta la Roma grazie ai gol di Pandev ed Eto'o.
Hodgson trattiene Kuyt e Mascherano
"Ho parlato con Massimo mercoledì a proposito del fatto che non compreranno giocatori del Liverpool".
Supercoppa, luci a San Siro
Per la quarta volta negli ultimi cinque anni, a contendersela saranno Inter e Roma.
Brasile, Coutinho tra i convocati
Ci sarà anche il giovane interista a Barcellona nella settimana di ritiro voluta dal ct Menezes, oltre a Pato, Thiago Silva ed Hernanes.
Preziosi: "Sculli resta a Genova"
Per il presidente del Grifone è definitivamente tramontata la possibilità di vedere l'ex giocatore del Messina con la maglia dell'Inter.
Benitez prenota la Supercoppa
"Voglio iniziare vincendo, però non ho alcun tipo di nervosismo. Mourinho dice che non vincerò quanto lui? Cominciamo da questo titolo...".
Sneijder, "sestina" e Pallone d'Oro
L'olandese dell'Inter per arrivare all'ambito riconoscimento vuole centrare anche gli ultimi tre trofei della magica stagione nerazzurra.
Julio Sergio, forfait definitivo
La Roma recupera Pizarro, non il suo portiere titolare, per la Supercoppa, fra i pali tocca a Lobont.
Arbitri, Supercoppa a Bergonzi
La Lega Calcio ha comunicato il nome del direttore di gara che sarà in campo per Inter-Roma, gli assistenti saranno Nicoletti e Romagnoli.
Stankovic è già un fedelissimo
"Siamo a buon punto. L'Inter migliora ogni giorno che passa, grazie ai consigli ed agli insegnamenti di Rafa Benitez".
Mascherano, Hodgson alza la voce
"Se ne andrà alle mie condizioni. In un mondo reale, io non mi sarei nemmeno disturbato ad ascoltare eventuali offerte".
Forlan allontana l'Inter
"Solo voci. Non ho ricevuto nessuna offerta. E poi non mi muovo: ho tre anni di contratto, sto bene personalmente e calcisticamente".
L'Inter ci crede eccome
Zanetti e Samuel rispettano la Roma ma scommettono sulla fame di successi dei nerazzurri a 48 ore dalla Supercoppa.
Mascherano, forfait pro Inter
L'argentino non è stato convocato per la trasferta del Liverpool in Europa League e potrebbe presto raggiungere Benitez in nerazzurro.
Kuyt, altro che ripiego
La frenata nella trattativa per Sculli riapre le porte nerazzurre all'olandese del Liverpool, alternativa di lusso al genoano.

sabato 21 agosto 2010

Coppa di Lega 2010/11 : INTER - Riomma...LE PAGELLE


1 Julio Cesar 7 – Non ha sbagliato nulla.Sempre decisivo com parate importanti
13 Maicon 8 – In questo momento il migliore dell’Inter dal punto di vista fisico.Corre per 90 minuti sulla fascia destra rendendosi sempre pericoloso.
6 Lucio 6.5 – Difende bene e si sgancia spesso in attacco.Da una sua azione fulminante nasce il secondo gol di Eto’o.
25 Samuel 6.5 – Buona prestazione a livello personale anche se é da rivedere la difesa che oggi giocando piú alta ha avuto qualche difficoltá.
26 Chivu 6.5 – Anche per lui fin quando il fisico ha retto ha fattto una buona partita spingendosi anche in avanti.
4 Zanetti 7 – Un tempo ma alla grande malgrado i problemi fisici.Sempre al posto giusto grazie alla grande esperienza che gli permette di giocare una buona partita quasi da fermo.
19 Cambiasso 6.5 – Ha retto da solo il centrocampo nerazzurro andando molte volte n difficoltá soprattutto nel primo tempo a causa della distanza eccessiva dei reparti.
27 Pandev 6 – In ritardo a livello fisico ha sopperito con grande cuore alternando buone giocate a errori grossolani. Segna il gol del pareggio su offerta di Vucinic.
10 Sneijder 7 – Parte alla grande ma il suo rendimento va scemando con il passare dei minuti.Anche per lui come per quasi tutta la squadra da rivedere la condizione fisica.
9 Eto'o 7.5 – Micidiale in zona gol quando gioca nella posizione che predilige.Buona la condizione fisica.
22 Milito 6 – Tanta buona volontá e tante difficoltá soprattutto per la scarsa condizione fisica.In altri tempi solo davanti al portiere avrebbe fatto gol...oggi non é riuscito nemmeno a tirare !
5 Stankovic 6 – Entra al posto di Zanetti.Non si nota particolarmente in campo anche se si sente la sua presenza a centrocampo.
17 Mariga SV – Entra al posto di Pandev dando piú soliditá al centrocampo nei momenti finali della partita
23 Materazzi SV- Entra al posto di Sneijder al 87º.
Rafael Benitez 6 – Non mi ha soddisfatto particolarmente.Non avrebbe dovuto iniziare con le tre punte visto il deficitario livello fisico della squadra,un 4-3-1-2 sicuramente era piú appropriato visto le caratteristiche di questa Riomma che ha impostato la partita giocando in contropiede.

Coppa di Lega 2010/11 : INTER - Riomma 3-1


3 - 1

20' Riise
41' Pandev
70 Eto'o
80' Eto'o


Inter: 1 Julio Cesar; 13 Maicon, 6 Lucio, 25 Samuel, 26 Chivu; 4 Zanetti, 19 Cambiasso; 27 Pandev, 10 Sneijder, 9 Eto'o; 22 Milito.
A disposizione:
12 Castellazzi, 2 Cordoba, 5 Stankovic, 17 Mariga, 23 Materazzi,
29 Coutinho, 88 Biabiany.
Allenatore: Rafael Benitez


Riomma: 1 Lobont; 77 Cassetti, 5 Mexes, 4 Juan, 17 Riise; 20 Perrotta, 7 Pizarro, 16 De Rossi; 94 Menez; 10 Totti, 9 Vucinic.
A disposizione: 32 Doni, 8 Adriano, 11 Taddei, 25 G.Burdisso, 33 Brighi, 87 Rosi, 89 Okaka. Allenatore: Claudio Ranieri


I nerazzurri reduci dal triplete si portano a casa anche la Supercoppa Italiana, battendo 3-1 in rimonta la Roma grazie ai gol di Pandev ed Eto'o.

Rafa Benitez, alla prima uscita ufficiale sulla panchina occupata fino al maggio scorso da Josè Mourinho, non regala sorprese o rivoluzioni e si affida di fatto alla formazione che ha vinto tutto la scorsa stagione mentre Ranieri lascia inizialmente in panchina Adriano. Rimandare l'esperimento tridente pesante sembra poter essere la mossa giusta per l'ex tecnico della Juve che si affida al gioco di rimessa e concede poco ai padroni di casa, comunque pericolosi con Sneijder. Alla prima vera occasione però i giallorossi passano in vantaggio con Riise che sfrutta una perfetta verticalizzazione di Totti. L'Inter reagisce rabbiosamente, fatica però a dar fastidio a Lobont e anzi Vucinic va vicino al 2-0. Prima dell'intervallo a risolvere i problemi dei campioni d'Europa ci pensa Pandev approfittando di un folle retropassaggio proprio del montenegrino che induce all'errore Juan. Si torna dunque negli spogliatoi sull'1-1.

L'avvio di ripresa non regala grandi emozioni, con le due squadre ancora non al massimo della condizione che commettono diversi errori di imprecisione e badano soprattutto a subire il raddoppio. Dopo venti minuti di relativa noia, ma con una tensione serpeggiante (emblematico il faccia a faccia tra Stankovic e Totti, due che non si sono mai troppo amati...), Ranieri si gioca la carta del'ex, con Adriano al posto di Vucinic ma pochi minuti dopo è Eto'o a far saltare il banco anticipando Cassetti su assist di Milito. I 15.000 tifosi giallorossi giunti a San Siro non la prendono bene e iniziano a lanciare fumogeni in campo ma dopo l'intervento di Totti si placano, tornando a supportare la propria squadra sperando nel pareggio e i conseguenti supplementari. Ad infrangere i loro sogni ci pensa però ancora il camerunense che chiude i conti completando la sua doppietta e regalando con il gol del 3-1 il primo titolo della stagione alla sua Inter.

giovedì 19 agosto 2010

A RUOTA LIBERA...Finalmente si riparte !


Pronti…via ! Finalmente ( aggiungo io ) si riparte.


Si finalmente perché dopo la splendida epoca appena trascorsa che ci ha portato in dote una fantastica Tripletta la voglia di Inter é aumentata a dismisura cosí come la grande curiositá intorno a questa squadra :sará in grado di riconfermarsi agli altissimi livelli degli ultimi anni ?

La Supercoppa Italiana é il primo banco di prova per vedere all’opera la nuava Inter targata Benitez in una competizione ufficiale.

Diciamocelo, non é che questa coppetta valga molto ma sarebbe importante vincerla per diversi motivi:il primo é per incominciarenel modo migliore la stagione.Un successo fa sempre bene e potrebbe dare ancora piú spinta e morale in vista della partita con l’Atletico Madrid . Il secondo é perché potremmo approfittare di questo match per ridimensionare la riomma e fargli capire fin da subito che chi comanda in Italia siamo noi , soprattutto in casa nostra !E terzo... in caso di vittoria le coppe portate a casa in questa competizione sarebbero 5 ,proprio come il Bilan.

Niente male per una squadra di perdenti !

martedì 17 agosto 2010

LA BIBLIOTECA DEI RICORDI : Ronaldo


Luis Nazario Da Lima RONALDO
per sempre "FENOMENO"

Ronaldo Luís Nazário de Lima, in arte Ronaldo, nasce a Bento Ribeiro, quartiere poverissimo di Rio de Janeiro il 18 settembre 1976.


Massimo Moratti nell'estate del 1997, riuscì ad assicurare le prestazioni di Ronaldo all'Inter, pagando una pesante penale (48 miliardi di lire) al club catalano. Il calciatore giunse a Milano il 25 luglio 1997, accolto con grande entusiasmo dai tifosi. Nella stagione 1997-1998 l'Inter arrivò seconda in campionato, ma vinse la Coppa UEFA. A livello personale Ronaldo segnò 25 gol in campionato, che non bastarono a vincere la classifica marcatori (appannaggio di Bierhoff con 27 centri) e in quella stagione vinse il suo primo Pallone d'oro.


Il seguito della permanenza di Ronaldo all'Inter fu reso difficile da due infortuni gravi e dai tempi lunghi di recupero. Il 21 novembre 1999, durante una partita di campionato contro il Lecce, Ronaldo si lesionò il tendine rotuleo del ginocchio destro. Ci vollero quasi sei mesi e un intervento chirurgico prima di tornare in campo: questo avvenne il 12 aprile 2000 a Roma, durante la finale d'andata della Coppa Italia contro la Lazio. Ma il ginocchio cedette nuovamente dopo sei minuti dall'ingresso in campo e questa volta il tendine rotuleo si ruppe completamente. La cosa fece temere per la sua carriera, visto che il danno era più grave del previsto. Tra nuova operazione, eseguita a Parigi dal prof. Gérard Saillant dell'ospedale pubblico Pitié-Salpêtrière, convalescenza e riabilitazione trascorse più di un anno e molti iniziarono a sollevare il dubbio che forse Ronaldo non avrebbe più rimesso piede in campo.


In realtà, Ronaldo recuperò e tornò in campo alla fine del 2001, ma i postumi dell'infortunio portarono l'allenatore Cúper ad utilizzarlo con iniziale cautela. Solo nella parte finale del campionato, che l'Inter stava guidando davanti a Roma e Juventus, tornò ad essere impiegato in pianta stabile, risultando spesso decisivo. Nonostante il ritorno in grande stile e la ritrovata vena realizzativa, lo Stadio Olimpico di Roma fu per Ronaldo il teatro di una nuova delusione sportiva: nell'ultima partita di campionato, il 5 maggio 2002, l'Inter fu battuta 4-2 dalla Lazio e si vide sorpassata in classifica sia dalla ruBentus, che vinse lo scudetto, sia dalla Roma. Ronaldo chiuse la partita in lacrime: fu la sua ultima apparizione in campionato con la maglia dell'Inter.


video


domenica 15 agosto 2010

INTERNEWS : Notizie Splash ( Notizie della Settimana )


Trofeo Tim, le voci dei protagonisti
Sneijder si gode il premio di miglior giocatore della manifestazione, Materazzi saluta Balotelli
Benitez fa il primo "squillo"
L'Inter si porta a casa il Trofeo Tim, superando il Milan ai calci di rigore dopo lo 0 a 0 nei 45 minuti. Ancora superiore l'armata nerazzurra.
L'Inter non scorda Angelo Moratti
La società nerazzurra ha voluto ricordare sul suo sito lo storico presidente, padre di Massimo, a 29 anni dalla sua morte.
Balotelli al City, è ufficiale
Il club di Manchester ha comunicato l'ingaggio dell'oramai ex attaccante dell'Inter, che dal sito internet personale saluta squadra e tifosi.
I Citizens coccolano già Balotelli
"Mario è molto forte, veloce e tecnicamente bravissimo. Penso che sia il giocatore adatto per il nostro campionato", si sbilancia Kolo Tourè.
Branca non molla Burdisso"
Non so dire se la situazione avrà evoluzioni prima o dopo la finale di Supercoppa. Quello che so che ora non c'è trattativa".
Balotelli: "Io so dove giocherò..."
"L'esordio in Nazionale è stato molto emozionante, non si può paragonarlo ad altro. Se vado al Manchester City? Io lo so ma non lo voglio dire...".
Maicon ora vuole i soldi
"Penso che un minimo di riconoscimento dovrebbe averlo", fa notare l'agente dell'esterno nerazzurro.
Supercoppa, Balotelli e Burdisso convocati
I nomi dei due giocatori partenti figurano nella lista provvisoria dei calciatori per la gara di Montecarlo.
Mascherano, sorpasso Barça
Dopo le parole di Moratti si raffredda la pista interista: i catalani sono pronti ad accaparrarsi il centrocampista argentino del Liverpool.
"Cassano resta alla Samp
"Il suo agente, Bozzo, è sicuro: "Crediamo nella squadra".
Inter, Milito e Zanetti prolungano
L'inossidabile capitano resterà nerazzurro fino al giugno 2013, il Principe fino al 2014.
Forlan: "Inter? Un sogno""E' un grande club, con grandi giocatori. Vincere tre titoli in una sola stagione non è facile".
Preziosi, "regalo" al Milan Boateng
Il Genoa si è assicurato il centrocampista del Portsmouth, che verrà subito girato ai rossoneri.
"Balotelli non resterà all'Inter"
L'agente dell'attaccante bresciano, Raiola, è ottimista sull'esito della trattativa con il Manchester City.
Moratti: "Mascherano troppo caro"
Il presidente dell'Inter è molto scettico su un possibile arrivo dell'argentino del Liverpool: "Non sono possibili acquisti del genere".
Moratti, occhiolino a Cassano
Il presidente dell'Inter: "Per la classe che ha è un giocatore che tutti vorrebbero".

venerdì 13 agosto 2010

INTERNEWS : Bye Bye Balo


Mancava solo l'ufficialità, ora c'è anche quella: Mario Balotelli è un giocatore del City.

Il club di Manchester ha comunicato l'ingaggio dell'oramai ex attaccante dell'Inter, che dal sito internet personale ha salutato squadra e tifosi.

"Sta per cominciare una nuova avventura, mi dispiace lasciare l'Inter e l'Italia perchè avrei preferito continuare la mia crescita professionale nel mio paese. Vado dove spero di trovare lo spazio per giocare, di sbagliare, di imparare e di giocare ancora. E di un ambiente più sereno intorno a me. Mi lascio alle spalle un anno difficile in cui ho riconosciuto i miei sbagli. Ora penso solo a fare bene in Premier. Ringrazio la mia famiglia, il presidente Moratti, la squadra e tutti i tifosi", ha scritto di suo pugno in una nota ufficiale il talento bresciano.

Balotelli, vent'anni appena compiuti festeggiati con la prima convocazione in Nazionale, è stato il grande protagonista della giornata di venerdì. Dopo essere volato in Inghilterra con l'agente Mino Raiola è stato sottoposto alle visite mediche di rito, prima di apporre materialmente una firma sul contratto con il ricco club in cui allena Roberto Mancini.

Per motivi burocratici legati al trasfer Balotelli non debutterà già nella prima di campionato in Premier League ma dalla prossima giornata sarà a disposizione del tecnico jesino, felicissimo di riabbracciarlo e deciso a puntare forte su di lui fin da subito, tanto che Bellamy, amatissimo dai tifosi è stato già messo sul mercato.

giovedì 12 agosto 2010

A RUOTA LIBERA...Libero di dire ....stronzate !


Non è nostra intenzione gettare allarmismi : abbiamo perso con la Costa d’Avorio e di per sè non sarebbe un dramma. Durante e dopo la partita abbiamo ascoltato tutte le scuse del mondo: quando Cassano faceva una ( rara ) giocata,era un trionfo per il nuovo calcio di Prandelli, Balotelli era come se avesse messo d’improvviso l’aureola in testa. Abbiamo pure sentito il presidente federale Abete, dire che iniziava un nuovo ciclo nel quale nutriva la massima fiducia. E abbiamo apprezzato i proclami di Prandelli sulla qualità.Tutte minchiate, cari lettori. La verità è che ci manca la materia prima,quella che in campo può fare il bel gioco invocato dal ct. Ci manca un presidente che sappia svoltare senza le solite banalità. Ci manca un allenatore con le palle, non un tecnico alla ricerca del consenso con la convocazioni di Cassano e Balotelli, tanto sbandierate per sconfessare Lippi. Ci manca la Juve, signori. Sì , avete capito bene, ci manca quella Juve che sapeva dare alla nazionale i 5-6 giocatori che ci hanno permesso di vincere il campionato del mondo del 2006. L’hanno voluta distruggere e adesso si devono godere le rovine. Il consenso alla distruzione è partito da Torino dopo la morte dell’Avvocato Agnelli e di Umberto. Ed è stato perpetrato a Milano, dove c’è tutto l’interesse a distruggere la squadra che aveva vinto tutto. Adesso abbiamo l’Inter che vince con undici stranieri e poco importa se non dà giocatori ( neppure uno ) all’Italia. Se Abete dice che bisogna aver fiducia nel nuovo corso ....... Godiamoci questo presidente che non ha il coraggio di attuare i rimedi che lo metterebbero in rotta di collisione con Moratti. Basterebbe limitare il numero di stranieri in campo - come avviene in Inghilterra da quest’anno - e non chiudere la porta a un extracomunitario in arrivo .Ma chi potrebbe dirlo a Moratti ? Non lui, perchè rischierebbe di perdere la poltrona cui tiene tanto. Franco Ordine a Telelombardia ha raccontato che per il passaporto falso di Recoba, l’allora presidente federale, Franco Carraro,disse che non si poteva far retrocedere l’Inter dopo tutti i soldi spesi dal petroliere. Arrivò una multa piccola, ma poi arrivò la condanna giudiziaria di Oriali ( ora fatto fuori dal presidente nerazzurro:i ruffiani fanno sempre questa fine ) a conferma dell’illecito perpetrato. E Baldini, ideatore dello stratagemma, oggi fa bella mostra di sè in Inghilterra. Questi sono gli uomini di oggi, inutile chiedersi quindi i motivi per o quali il calcio italiano sta andando così male tanto da essere all’11° posto nella classifica mondiale.Un piccolo inciso. Tutti gli anni ad Agosto, alla Versiliana di Forte dei Marmi, vengono invitati personaggi più in voga: il 4 agosto era in programma Moratti e - dico io- a ragione per quello che ha vinto. Il 7 agosto il sottoscritto. Senonchè il programma ha subito una variazione: mi è stato detto che il 7 non dovevo più andare perchè sostituito da un politoco ( Casini ). Ovviamente non era vero : il povero Battaglia, ideatore e direttore della manifestazione, si era dovuto piegare al volere di Moratti che non gradiva la mia presenza dopo di lui. Quando poi Battaglia mi ha fatto richiamare per stabilire una nuova data, gli ho detto che poteva ranquillamente invitare Moratti per un bis. Tanto per dimostrare quanto potere abbia l’Inter e quanta paura ha il nostro presidente federale a mettersi contro Moratti: la prova è nei contratti di Thiago Motta e Milito, che dovevano essere invalidati perchè trattati con un soggetto inibito ( Preziosi ). Anche questa volta è arrivata solo una piccola multa e qualche settimana di squalifica. Per quale ragione Abete dovrebbe mettersi a litigare con Moratti ? Lui tiene alla sua poltrona,se poi l?Inter gioca con 11,12,13 stranieri, poco importa. E se l’Italia dovesse continuare a perdere, ci sarà sempre un Prandelli da far fuori come Donadoni. Intanto il nostro presidente, anzichè autoradiarsi per i risultati sudafricani, pensa a radiare coloro che gli hanno permesso di vincere il titolo mondiale nel 2006. Quelli che con il loro lavoro sapevano dare prestigio a una società e al calcio italiano. Sono salvi invece, sempre e comunque, quelli della banda che di tutto sa tranne che di onesto: lo dimostrano le intercettazioni trovate, ma nascoste per tanto tempo. Non si sa da chi..


Luciano Moggi su Libero del 12 Agosto 2010




mercoledì 11 agosto 2010

RIDIAMOCI SOPRA...Continuate cosí ...ci porta fortuna !




E dopo Pato " Quest'anno lo scudetto lo vinciamo noi ! "


anche Antonini si lascia andare :


"Siamo al livello dell'Inter"




Contunuate cosí ...vi prego

ci porta fortuna !!!

lunedì 9 agosto 2010

INTERNEWS : Moratti: "Maicon resta all'Inter"...( Speriamo !!! )


Massimo Moratti conferma : Maicon resta all'Inter.


Il patron del club nerazzurro in un'intervista al Corriere dello Sport chiude definitivamente le porte al Real Madrid e a José Mourinho: "Il giocatore ha un forte attaccamento alla nostra società. Mi sarebbe dispiaciuto venderlo. Il Real? Se lo voleva così tanto avrebbe dovuto sforzarsi di più e poi non hanno capito quanto è forte".


I blancos hanno offerto 25 milioni di euro per l'esterno brasiliano, una cifra ritenuta troppo bassa dai vertici della Beneamata, che hanno quindi deciso di troncare la trattativa. "Maicon è un calciatore formidabile, il miglior terzino del mondo ed era normale che Benitez non fosse contento in caso di una cessione del brasiliano. E' un ragazzo dotato di grande cuore e di classe, uno che trascina la squadra. Non meritava di stare in ballo con questa situazione troppo a lungo anche perché noi non avevamo tutto questo bisogno di venderlo. Rimarrà e siamo molto contenti".
...( Speriamo !!! )

domenica 8 agosto 2010

INTERNEWS : Notizie Splash ( Notizie della Settimana )


L’Inter è rientrata a Milano in mattinata
La tournèe americana si è conclusa e stamane l’Inter è atterrata, di buon’ ora, Rafa Benitez ha concesso tre giorni di riposo alla squadra che tornerà ad allenarsi, senza gli undici nerazzurri impegnati con le rispettive Nazionali, sui campi del centro sportivo "Angelo Moratti" di Appiano Gentile mercoledì pomeriggio
Prezzo assurdo per Burdisso"
L'agente dell'argentino sbotta: "Negli ultimi quattro anni è sempre stato sul mercato e ora si fissa un prezzo così alto per lui, mi sembra troppo".
Muntari tentato dagli USA
Il centrocampista ghanese: "Sarei davvero tentato dalla prospettiva di giocare nella Major League".
Toglietemi tutto...... ma non il mio Maicon!
L'allenatore dell'Inter, Rafa Benitez, si è esposto pubblicamente dichiarando di gradire, e non poco, la conferma del terzino brasiliano, la cui permanenza in nerazzurro non è ancora del tutto certa. "
Sneijder non è ancora sazio
"Dopo il Mondiale e le vacanze estive sono davvero felice di essere tornato, di ricominciare ad allenarmi per scendere subito in campo".
Benitez: "Obiettivi raggiunti"
"Ci siamo trovati bene, abbiamo lavorato in centri sportivi belli e moderni, abbiamo disputato tre gare importanti negli Stati Uniti".
Inter, riecco Milito ed Eto'o
I nerazzurri hanno chiuso la tournèe negli Stati Uniti con un 2-2 contro l'FC Dallas, in gol i due attaccanti, ancora fuori Balotelli.
Raiola smentisce i tabloid
"Non abbiamo problemi con nessuna società: l'importante è che alla fine delle trattative siano contente tutte e tre le parti".
Benitez: "Spero di vincere molto con l'Inter"
Il tecnico spagnolo: "Inserirò qualcosa di nuovo, sia a livello tattico sia a livello di singoli".
City: "Balotelli, pretese ridicole
"Secondo la stampa inglese l'attaccante dell'Inter chiederebbe un ingaggio da oltre 10 milioni di euro all'anno, Da qui lo stallo nella trattativa.
Gli interisti preferiscono Sneijder
Il fantasista olandese è stato il giocatore più votato della squadra nerazzurra su Interfans.org per le partite della scorsa stagione.
Primo gol nerazzurro per Coutinho
Il trequartista brasiliano a Toronto è andato a segno nel finale con una bella conclusione dal limite.
Balotelli ne combina un'altra
L'attaccante bresciano non ha potuto seguire i compagni in Canada, perché sprovvisto di passaporto. Dirigenti interisti imbufaliti.
L'Inter fa un passo indietro
I nerazzurri sono stati sconfitti per 3-2 a Toronto dal Panathinaikos. A segno per la Beneamata Eto'o e Coutinho, primo ko per Benitez.
Serie A, svelati anticipi e posticipi
Il campionato si aprirà con la sfida tra Udinese e Genoa, Roma-Cesena sabato sera, di lunedì la prima dell'Inter a Bologna.
Cordoba studia da dirigente
"L'idea è quella di raccogliere tutta l'esperienza fatta da giocatore per trasformala un giorno al servizio di un lavoro all'interno dell'Inter".
Maicon avvolto nel mistero
La trattativa per la cessione dell'esterno brasiliano al Real Madrid è in fase di stallo: potrebbe saltare tutto ma in Spagna ci credono ancora.
Benitez: "Le rivali sono avvertite..."
"Credo di aver inviato dagli Usa un buon primo messaggio, su cosa voglio costruire, abbiamo giocato un buon calcio ed è questo l'obiettivo".
Eto'o saluta Mad Mario: "Cambia o fallirai"
L'attaccante camerunense dà per certa la partenza di Balotelli dall'Inter, destinazione Manchester City.
Inter, Rossi aspetta e spera
"Se ricevessi la proposta di un grande club, ci penserei. Ho letto dell'interesse dei nerazzurri e fa sicuramente piacere. Sono un professionista".
Inter, assalto decisivo a Mascherano
Stando al Daily Express, il club nerazzurro è pronto a offrire ventiquattro milioni di euro.

mercoledì 4 agosto 2010

A RUOTA LIBERA...Ultima Balotellata ?



Mario Balotelli ha perso l'aereo. Ne combina una delle sue l'esuberante attaccante dell'Inter. Non ha fatto parte della spedizione dei nerazzurri in Canada per una ragione banale, ma basilare: ha smarrito il passaporto, lasciandolo nel bagaglio già spedito a Dallas, dove proseguirà il tour dell'Inter. Mario non ha preso parte alla partita persa contro il Panathinaikos e seguire i compagni che si stavano effettuando le consuete operazioni d'imbarco alla volta del Canada, in quanto sprovvisto del documento d'identità necessario per effettuare la volo aereo, che non è stato dimenticato a Philadelfia, come detto in un primo tempo, ma è stato spedito nel bagaglio a Dallas, secondo quanto si apprende da fonti societarie.


Una distrazione che la dice lunga sulla volontà del giocatore di fare ancora parte dell'ambiente, dicono i maligni. Non manca chi ha visto nel gesto un distacco ulteriore da parte di Balotelli, in procinto di passare al Manchester City di Roberto Mancini. Non ci sono state reazioni ufficiali da parte della dirigenza all'ennesima marachella, anche se è possibile immaginare l'irritazione per il capriccio di Mario, che sta vivendo le ultime ore in nerazzurro quasi da separato in casa.

lunedì 2 agosto 2010

RIDIAMOCI SOPRA...Vola basso...vola con noi !....nuovo sponsor Bilan...




Visto quello che sta spendendo il Bilan in questi ultimi anni....
...non era piú appropriato avere come sponsor
una compagnia aerea low-cost ?

domenica 1 agosto 2010

INTERNEWS : Notizie Splash ( Notizie della Settimana )


Buona la prima: 3 Gol al Mancity
Finisce 3-0 l'amichevole di Baltimora contro la squadra di Mancini. Dopo l'espulsione dell'ex Vieira arrivano la doppietta di Obinna e il gran gol del giovane Biraghi. Solida la difesa, ottima la tenuta atletica e Coutinho continua a dare conferme
Inter, Rossi aspetta e spera
"Se ricevessi la proposta di un grande club, ci penserei. Ho letto dell'interesse dei nerazzurri e fa sicuramente piacere. Sono un professionista".
Inter, assalto decisivo a Mascherano
Stando al Daily Express, il club nerazzurro è pronto a offrire ventiquattro milioni di euro.
Mancini, niente Inter
Il padre è stato ricoverato d'urgenza all'ospedale di Ancona e il tecnico del City ha preso il primo volo per raggiungerlo.
Zanetti: "Vinceremo ancora"
"Stiamo lavorando tanto e bene con un nuovo allenatore molto preparato che ci sta trasmettendo il suo credo calcistico".
Benitez: "Pensiamo a giocare"
"Noi non controlliamo il mercato. Maicon e Balotelli devono concentrarsi sul calcio, pensare per prima cosa ad allenarsi".
Balotelli, tutto rimandato a lunedì
"Manca ancora l'accordo con il Manchester City, se ne riparlerà la settimana prossima", svela il presidente dell'Inter Massimo Moratti.
Maicon-Real, frenata
"Qualcuno sta giocando sporco su questa operazione. I nodi prima o poi verranno al pettine", è furioso l'agente Caliendo per il protrarsi della trattativa che porterà l'esterno dell'Inter a vestire la maglia blanca.
Moratti: "Un buon calendario"
Il patron dell'Inter: "Le gare clou sono ben distribuite".
Materazzi: "Balotelli? Meglio se va via"
Il difensore dell'Inter durissimo con l'ormai ex compagno: "Ha scelto lui di andarsene".
Eto'o: "Voglio tornare a fare l'attaccante"
Dopo una stagione di sacrifici agli ordini di Mourinho il camerunense vuole divertirsi: "Il mio lavoro è fare gol, spero di giocare più avanti".
Balotelli e Maicon via
L'amministratore delegato dell'Inter, Ernesto Paolillo, conferma l'addio all'attaccante e all'esterno.
Serie A, svelato il calendario
Sorteggiati a Milano gli accoppiamenti per tutte le giornate del campionato 2010/2011. Ecco le date, con tutti i big match.
Milito ha raggiunto l'Inter
L'attaccante argentino ha ritrovato i compagni in occasione del pranzo, prima dell'allenamento pomeridiano al Novacare Center.
Moratti: "Balotelli non indispensabile"
Il patron dell'Inter annuncia a Sky la scelta di far partire il giocatore. Benitez? Assolutamente diverso da Mourhino secondo il patron.
Krhin si accasa al Bologna
Accordo raggiunto tra rossoblu e Inter per la comproprietà del giovane sloveno. In arrivo dal Cittadella anche Cherubin.
Maicon, il Real nega
Dalla Spagna negano che il trasferimento del verdeoro a Madrid sia imminente.
Inter-Mascherano, ci siamo
Il tecnico del Liverpool Hodgson: "Vuole lasciare il club, è stato assolutamente chiaro". I Reds chiedono 30 milioni di euro più bonus ai nerazzurri.
Stankovic: "Dobbiamo capire Benitez"
"Ci aspetta una stagione difficile. In questo ritiro ci vorrà tanta concentrazione e tanto lavoro".
Burdisso "disgustato" da Inter e Roma
Il difensore argentino, che ancora non ha trovato una sua sistemazione definitiva, ha perso la pazienza. E la Juve è in agguato.
Inter, è l'ora di Mascherano
Col passaggio di Balotelli al City il club di Moratti può stringere i tempi per l'argentino ed accontentare il Liverpool, che vuole solo contanti.
Inter, prima seduta Usa
Nerazzurri al lavoro a Philadelphia agli ordini di Benitez, a parte Mancini e Motta.